Menu

La corsa, la mia vita, le nuove amicizie e… Le mie emozioni!

  • Written by  Silvia Lombardo
  • Read 3892 times

“Quando corri non pensi, il ritmo dei tuoi passi sul selciato scorre istintivo, mentre ora, qui, devo trovare un modo per descrivere ciò che provo.  Ci sono. Così, senza preoccuparmi dello stile o dell’esposizione; mi emozionerò ricordando ciò che ho provato correndo".

 di Silvia Lombardo

Va bene, il dado è tratto. Mi emoziona sempre un po' scrivere, scrivere di me mi imbarazza a volte, scrivere della corsa mi fa riempire i polmoni d'aria e d'ansia come un ragazzino prima della partita di pallone nel cortile del condominio. Ma cosa c'è di strano, mi chiedo, perché sei leggermente tesa e preoccupata? Scrivere della corsa dovrebbe, è forse, così naturale per te che non dovresti trovarci niente di strano. Beh, a dire il vero, non è lo stesso. Quando corri non pensi, il ritmo dei tuoi passi sul selciato scorre istintivo, mentre ora, qui, devo trovare un modo per descrivere ciò che provo. Ci sono. Parlerò di emozioni. Così, senza preoccuparmi dello stile o dell'esposizione, mi emozionerò ricordando ciò che ho provato correndo. Da dove comincio? Da voi. Era una notte di novembre....no, troppo letterario! Vi ho conosciuti in strada. Troppo pasoliniano? Mi piace di più. Il sorriso e l'accoglienza di Claudio, la verve e l'ironia di Elvio, la pacata diplomazia di Fabio (il buon Tramice), la corsa statuaria di Paolo, mi sono venuti incontro una sera di novembre di tanti anni fa. Ultramaratoneti conosciuti sul lungomare, ricordo le loro corse ad elastico che aizzavano la mia competitività, le risate, gli aperitivi al curvone dopo allenamenti che mi avrebbero esposto a musi domestici (avevo tre bambine piccole allora!), ma chi se ne importa, dicevo, io provo emozioni, quelle giuste, gioie condivise con le persone che sai che rimarranno in te per sempre. E andavamo, si correva in allegria, rivivo le domeniche degli allenamenti dai venti in su (km, oltre che anni), le mezze e le 42 insieme, i propositi di cominciare l'allenamento per la 100 km, una sfida che naturalmente accoglievo con ottimismo, ma avevo qualche dubbio in merito,.. le salite e le birre alla panca, come quel giorno che tornata a casa tardi, ho inventato che uno di noi, forse Elvio, si era infortunato e Claudio ed io l'avevamo trasportato "a braccia". Rido, prima di tutto perché vedo Elvio in questo momento, poi perché la scusa era stata concordata per coprire una Peroni da Armando (il chiosco).
Che maschiaccio! Mi sentivo poco femmina in quel branco di "macina kilometri". Eppure vi siete lasciati "rimorchiare" quella sera di novembre. Io aspettavo Gianluca, eravamo entrambi in un'altra società sportiva, ci allenavamo per le maratone, lui certosino nella scansione dei tempi di corsa e preciso negli appuntamenti. Quel giorno, era buio sul maree lui era insolitamente in leggero ritardo. Conclusi che non sarebbe venuto e intrapresi la mia corsa solitaria. Siete arrivati tutti insieme come un dono prenatalizio. A dire il vero, le fattezze del branco non le avete mai perdute...Posso correre con voi? Vi chiesi.......ma ceeeeerto, voi in coro. Mi misi a capo del gruppetto, forse per non dare l'idea che una donna dovesse essere meno veloce di un uomo e per qualche secondo vi sentii parlare a bassa voce. Un po' mi vergognai, cosa ho fatto, mannaggia a me, chissà chi saranno questi, non cambio mai, la solita istintiva...che Dio me la mandi buona...beh, Amici, correre con voi è diventata la mia religione. E sono molto praticante. Da allora mi vanto di far parte di una cerchia preziosa di gente vera.
Ringrazio la strada (e Gianluca) di aver contribuito non poco!
Buone corse, Gente di cuore!

 

back to top

Disclaimer

 Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7.03.2001. 
Questa opera è pubblicata sotto questa Licenza Creative Commons

Creative Commons 88x31

 

 

ASD Runners for Emergency - Fidal RM315 - Cod. AICS 106433 - C.O.N.I. Reg. Naz.le n° 221264
- C.F. 97798290587 - Viale della Vittoria 42, 00122, Lido di Ostia, Roma.