Menu

Un neofita della corsa

Sono un neofita della corsa, ho iniziato a praticare il running circa tre anni fa, sulla soglia dei 40 anni. 

di Anonymous

Correre è nato semplicemente come un esperimento: provare a praticare uno sport negli esigui ritagli di tempo che mi lascia la routine quotidiana. Avevo una bella possibilità davanti a me, proprio sotto casa, sotto al naso: il bel lungomare di Ostia e la fantastica pineta, ma mi ci è voluto un bel po´ per riuscire a vederli. Altre volte avevo provato a praticare la corsa, ma sono stato sempre sopraffatto dallo sforzo iniziale e dopo i primi 4 ,5 allenamenti sono stato vinto dallo sconforto, dalla stanchezza o dai dolori. Ma questa volta è andata diversamente, ho deciso di riprovarci in un modo diverso, ponendomi da subito un obiettivo; un obiettivo difficile ma non impossibile: completare la quarantesima Roma – Ostia! Ma come mai ho scelto proprio quella gara?
Avevo già "partecipato" in precedenza alla Roma Ostia, ma in un modo totalmente diverso: fotografando. Che è da sempre una mia passione. Durante le due edizioni precedenti mi appostavo lungo il percorso, tentando di catturare delle belle immagini... e poi un giorno mi sono detto: perché non provare ad essere dall´altro lato? Dal lato dei fotografati? Dal lato di chi corre? Ci sono migliaia e migliaia di persone che partecipano a questa festa, forse ci posso provare anche io.
E così ho iniziato, ci ho provato. All´inizio mi allenavo correndo a stento tre chilometri, con scarpe non idonee che mi causavano forte disagio... ma poi a poco a poco ho cominciato ad ingranare, a migliorare allenamento dopo allenamento, fino a superare la prima e temuta visita agonistica. E così, dopo circa sei mesi dal primo giorno, mi sono presentato lì, al Palasport, il 3 marzo: e sono partito, trascinato dall´oceano di persone entusiaste. E andavo, lento con la mia zavorra da non-atleta, fino alla terribile salita, quella salita che ti distrugge, alla fine della quale vedi il mare, il mare che sembra vicino ma è un inganno, è lontanissimo. Quasi sconfitto dalla salita, sono arrivato alla rotonda, stanchissimo, ma felice. Le mie figlie si aspettavano qualcosa in più: speravano che portassi a casa la medaglia d´oro. Eh sì, a volte i figli possono essere severi con i padri! Ma cosa rimane del mio esperimento? Tanto. Divertimento e l'inizio di una passione, che prosegue, va avanti e si evolve. Mi alleno tutte le volte che posso e di tanto in tanto inserisco nuove gare. E il 16 marzo ci vedremo per la mia terza Roma - Ostia. Continuo a chiedermi come fare per migliorare. E mi sono dato la più ovvia delle risposte, cioè che "la corsa può essere un'ottima scusa per portare solidarietà concreta a chi ha più bisogno".
Ed eccomi qui, tra i Runners for Emergency!

 

back to top

Disclaimer

 Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7.03.2001. 
Questa opera è pubblicata sotto questa Licenza Creative Commons

Creative Commons 88x31

 

 

ASD Runners for Emergency - Fidal RM315 - Cod. AICS 106433 - C.O.N.I. Reg. Naz.le n° 221264
- C.F. 97798290587 - Viale della Vittoria 42, 00122, Lido di Ostia, Roma.