Menu

Perché correre mi piace tanto!

  • Written by  Fabienne Cussac
  • Read 2682 times

Potrei dirlo, forse, in tre parole: insieme, spartire, felice… 
Ho cominciato a correre pensando che fosse un sport solitario. E invece no, no, grave errore !!! Non mi sono mai sentita così, spinta per l'affetto, l'amore e la forza degli altri.

di Fabienne Cussac

 

Tutto ha cominciato con Fabienne (Ethuin), Paolo (Mazzolini) e Riccardo (Pudis) che mi hanno preso la mano e mi hanno trascinata nei loro passi alla svolta di un sentiero di Villa Borghese, a Roma.

Poi, fu la mia prima corsa “Corsa dei Santi”, il primo contatto con questo nuovo mondo. Che bei ricordi !!! Un sorriso: quello di Claudio, caloroso, gli incoraggiamenti dei Fab, Paolo e Riccardo, il freddo, la gente sulla questa piazza mitica...Che spettacolo !! E con paura sono partita. Dopo circa un’oretta, ho finito mano in mano con Riccardo che mi ha aspettato e portato durante tutta la corsa. Passata la linea d'arrivo ho pianto e pianto ancora. Che emozione! Erano lacrime di gioia, di felicità. Non solo, ero arrivata (piccola prodezza personale),ma mi sono sentita protetta, portata... Non ero sola e non lo sarò mai più.

Penso al mio espatrio, alla mia famiglia, a mio figlio maggiore, agli amici molto cari e mio Paese. Mi mancano. Quando corro, penso sempre a loro. Fanno parte di me. Il loro affetto lo porto dentro di me, mi sublima e mi trasporta. Quando la fatica, il dolore arrivano, un solo pensiero rivolto a loro mi da nuovamente l'energia di continuare, di non abbandonare perché non si abbandona i propri cari. Non si ha il diritto.

Questo sentimento, lo ritrovo quando corro con i “Runners for Emergency”.

Corsa dopo corsa i Runners per me sono diventati come una famiglia, la mia tribù, il mio sorriso “I matti che corrono dal grande cuore”.

Quando sono in mezzo a loro mi sento bene, portata. E’ vero che non si capisce sempre bene, soprattutto quando cominciano a parlare in Romano, mamma mia !!! Ma “parlare” più di ogni frase sono i loro sorrisi e sguardi: mi dicono di più ed il solo sentire pronunciare il mio nome con il loro accento per me la più bella playlist per correre!

Essere in mezzo ai Runners durante una corsa è come se due grande braccia mi prendessero fino alla linea d'arrivo. Che mi trovi avanti, in mezzo o dietro si è insieme. Sempre insième. Come mi dice spesso Riccardo: <<Si comincia insieme e si finisce insieme, il tempo è secondario>>.

E vero... Siete in me!, I sorrisi ed il ridere di Silvia, Maria Grazia, Alessia, Barbara, Federica, Daniela, Alberto, Roberto, Mauro, Davide... di TUTTI (mi dispiace di non potervi citare tutti grande famiglia!!). Gli sguardi benevoli di Claudio ed Elvio, i consigli di Walter e Riccardo... Siete la mia forza, le mie vitamine, come lo sono i miei 3 figli, la mia famiglia e gli amici.

E’ vero che ogni corsa finita è una grande vittoria per noi, una prodezza personale, ma anche una bella vittoria sull'indifferenza e sulla solitudine!

Ecco qui, spero di essere riuscita ad esprimervi il mio sentimento, il piacere di correre e soprattutto con e per i “Runners for Emergency”. Loro sono belli come il loro sorriso, come il loro cuore… Non cambiate mai !!!

GRAND MERCIIII A VOUS. VOUS ETES BEAUX!

back to top

Disclaimer

 Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7.03.2001. 
Questa opera è pubblicata sotto questa Licenza Creative Commons

Creative Commons 88x31

 

 

ASD Runners for Emergency - Fidal RM315 - Cod. AICS 106433 - C.O.N.I. Reg. Naz.le n° 221264
- C.F. 97798290587 - Viale della Vittoria 42, 00122, Lido di Ostia, Roma.