Menu

“La mia vita di corsa”

  • Written by  Claudia Conti
  • Read 1497 times

"Un caso fortuito, anzi fortunato. Un giorno in palestra incontro il nostro “Psychorunner” che non smetterò mai di ringraziare, che mi consiglia la Bacheca giusta, tra le tante ‘incastonate’ nella vasta pineta di CastelFusano…"

 La corsa ha fatto parte della mia vita per un lungo periodo di tempo, ma ero troppo giovane e me ne sono liberata: era diventata troppo per me. Prima di ogni gara inoltre avevo sempre forti mal pancia per la tensione, avrei voluto solo allenarmi senza mai gareggiare, ma non si poteva.

Ed invece eccomi di nuovo qui, con le scarpette sulla strada. Da circa 2 anni sono tornata alla vecchia passione: ho ricominciato un giorno dicendo a Marco, <<Vado a camminare sul lungomare>> e lui, scoppiando a ridere, mi ha risposto : << Ma che dici, ma vai e corri, altro che camminare.>> Chi lo conosce, anche da poco, può immaginare le parole esatte usate...

E così ho ricominciato assieme a lui: prima 5km, poi 8, poi 10 e già cominciavo a sentirmi una runner super-orgogliosa.

Poi a poco a poco i chilometri sono aumentati fino al momento in cui ho voluto provare a correre la mia prima Roma-Ostia. Era il 2014, ed erano tutti molto orgogliosi di me: basti dire che la mia famiglia mi ha regalato una targa (che conservo gelosamente), per ricordarmi di questa mia "impresa"... A noi basta poco per trovare le occasioni da festeggiare.

Poi il nuovo inizio, quello che dopo più di trent’anni mi ha portato a competere in quelle gare che da giovane atleta evitavo. Un caso fortuito, anzi fortunato. Un giorno in palestra incontro il nostro “Psychorunner”, Federico Lucchini, che non smetterò mai di ringraziare, che mi consiglia la Bacheca giusta, tra le tante “incastonate” nella vasta pineta di CastelFusano: quella di RFE o meglio, la mia grande famiglia di Runners.

Solo grazie alla forza e alla fiducia che questo gruppo di belle persone riesce ad infondere, sto provando a raggiungere un traguardo molto ambizioso, quello che cambia l'idea dell'essere Runner (come dice il nostro amico Alberto), correre una maratona.

Domenica ho ricevuto la mail con la conferma dell'iscrizione alla 22^ Maratona di Roma ed il numero di pettorale che mi hanno assegnato... Le prime lacrime sono già scese. Ce la farò? Forse sì, forse no, ma non importa, il “viaggio” che sto facendo insieme a tutti i miei amici, per me è già una grande vittoria. Senza contare che… Beh sì, ora non mi viene più il mal di stomaco prima della gara.

Vi voglio bene!!!

back to top

Disclaimer

 Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7.03.2001. 
Questa opera è pubblicata sotto questa Licenza Creative Commons

Creative Commons 88x31

 

 

ASD Runners for Emergency - Fidal RM315 - Cod. AICS 106433 - C.O.N.I. Reg. Naz.le n° 221264
- C.F. 97798290587 - Viale della Vittoria 42, 00122, Lido di Ostia, Roma.