Menu

Elena racconta la maratona futurista di Valencia

Valencia marathon Valencia marathon

"Se vuoi correre un miglio, corri un miglio. Se vuoi vivere un'altra vita, corri una maratona." 
(Emil Zatopek).

Correre una maratona regala ogni volta qualcosa di nuovo ed unico nella vita e la Trinidad Alfonso EDP Valencia Marathon mi ha donato delle emozioni incredibili soprattutto dal punto di vista umano!
Era febbraio 2016 quando decido di regalare a mia sorella Livia questa avventura per un suo compleanno molto speciale acquistando i pettorali!! In fondo Valencia era un sogno che coltivavo con il suo fantastico traguardo... ed ora posso dire indescrivibile anche dopo averlo vissuto!
Con Livia, Francesca e Paola Sanfilippo (Podistica Mare di Roma) partiamo per Valencia venerdì 18 novembre ed in aereo ho il piacere scambiare due chiacchiere con Giorgio Calcaterra che per me è una sorta di "portafortuna" visto che lo avevo già incontrato a Budapest.
Arrivate a Valencia prendiamo possesso delle camere ed andiamo a ritirare i pettorali in una bellissima location che lascerebbe chiunque senza fiato... soprattutto al tramonto: il Museo de las Ciencias Príncipe Felipe!! Organizzazione perfetta ed anche li incontriamo un altro "portafortuna": Stefano Baldini (già visto a Venezia e Firenze).
A cena raggiungiamo Laura Toniarini Dorazi (Podistica Solidarietà) e Fabrizio Laboureur (A.S.D. Rincorro) con i quali vivremo il nostro viaggio e l'inizio di un'amicizia. Il running è anche questo: incontrare e conoscere persone eccezionali come Laura e Fabrizio!!! Con loro iniziamo a ridere ed a divertirci senza parlare di tempi e performance varie! Sembra di conoscerli da sempre!!!
Sabato andiamo alla scoperta del centro di Valencia con tanto di pranzetto al mare a base di una "top paella", mille risate e tanta serenità, per sdrammatizzare la tensione che inevitabilmente assale un maratoneta il giorno prima della gara. La serata prosegue con il rito della preparazione del pettorale, telefonate e chat con tutti gli amici che seppur da lontano sono sempre stati con noi!!!
Ed eccoci al gran giorno!! Domenica mattina ci svegliamo all'alba in una Valencia stranamente nuvolosa. Colazione con tantissimi runner e dopo via, verso la partenza! Al deposito borse incontriamo Laura e Fabrizio e tutti insieme ci dirigiamo verso lo start.. su quel ponte così immenso.. Ma quanto siamo piccole??? E quanti siamo??? Poi l'inno spagnolo ed il conto alla rovescia: -10 -9.. -3 -2 -1 si parte. VAMOSSSSSSSSSSSSSSSSS!!! Quanto calore sin da subito!!! Che emozione!!! Ed è solo l'inizio!!!
Io e Livia iniziamo ad un passo allegro e costante, salutiamo Fabrizio e ci affianchiamo con Laura ai pacer delle 4h15m. Passiamo al decimo con un bel ritmo che, come a Parma, seguiremo fino al 35 esimo. Improvvisamente Livia avverte un dolore al ginocchio ed io ad una caviglia che mi dava pensiero già da qualche giorno (all'arrivo Laura ci farà notare che abbiamo corso con scarpe usurate... un errore di valutazione)!!! Rallentiamo continuando comunque a correre con il cuore e la testa, supportate dal meraviglioso tifo Valenciano!
I loro "Animo animo" "Vamos" che ci hanno accompagnato per 42,195 km li sento ancora dentro di me!!!

Nel cuore di una Valencia vestita a festa proseguiamo tra risate e lacrime di gioia... ed improvvisamente inizia l'ultimo chilometro e dopo qualche centinaio di metri l'ingresso alla Città delle Arti e delle Scienze!!


Corriamo su un rettilineo dove tutti ci chiamano incitandoci: curva a destra... Curva a sinistra... Eccoci lì!!
Iniziamo a correre sull'acqua... gli ultimi 195 metri su una splendida passarella che ogni anno viene allestita per premiare in modo unico lo sforzo di tutti i maratoneti!!! Un arrivo unico ed indimenticabile!! E scoppio a piangere di gioia!!!


All'arrivo incontriamo Laura con la quale ci abbracciamo medagliate e felici (nonostante il PB sia rimasto a Valencia... ma ce lo andremo a prendere l'anno prossimo).
La sera festeggiamo tutti insieme nel centro città all'insegna della felicità e dell'amicizia iniziando a pianificare i prossimi viaggi! Noi maratoneti siamo strani, non facciamo in tempo a finire una maratona che già iniziamo a pianificarne un'altra: perché ogni volta è una nuova parte della propria vita!!
Il giorno dopo giro all'Acquario e dopo il ritorno!!
In aeroporto io e Livia facciamo addirittura una foto con il vincitore e la vincitrice della maratona... quanta emozione nei loro occhi... che umiltà... fantastici!!!!


Concludo questo mio resoconto con un pensiero scritto il giorno dopo la gara:
"..e quando ti sentirai triste e solo... vai a Valencia e corri 42,195 km! E quando sentirai i dolori possederti... ci sarà sempre il popolo Valenciano che con il loro "animo animo" ti porteranno al traguardo... Poi negli ultimi 195 metri ti sembrerà di correre in mezzo all'acqua ma non sarà solo una sensazione... e tu piangerai di gioia! Anche questa è stata la mia maratona di Valencia... oltre a tante altre emozioni... "

 

back to top

Disclaimer

 Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7.03.2001. 
Questa opera è pubblicata sotto questa Licenza Creative Commons

Creative Commons 88x31

 

 

ASD Runners for Emergency - Fidal RM315 - Viale della Vittoria 42, 00122, Lido di Ostia, Roma.